Ci chiediamo perché l’Italia non si sia qualificata ai mondiali.

Vogliamo la testa di Tavecchio, di Ventura. Siamo diventati 60 milioni di CT. Che per l’amor di Dio, avrà pure le sue colpe, così come chi gli sta a capo.
Ma, io penso, il problema non è mai all’apice della piramide.
Siamo nel 2017, ed a noi istruttori di calcio di bambini con 10 anni o meno, capita di doverci sentire chiamati dai genitori a dare spiegazioni su di una vittoria mancata. Bambini di 10 anni o meno, vittoria mancata?!

A questa età, noi dobbiamo cercare di insegnare ‘il modo’, non ‘il fine’. Dobbiamo poter dare loro i mezzi per arrivare, un giorno quando veramente conterà, (e di anni, per un bambino che ne ha 10, ne devono ancora passare..) alla vittoria.
Per loro, nella loro fase di crescita, è in ogni caso più educativo l’accettare ed il comprendere una sconfitta.

Ed a proposito di educazione: siamo chiamati ad educare figli altrui, ma noi vediamo i vostri figli 6 ore a settimana, ed in una settimana ci sono 168 ore! Nelle altre 162, cosa fanno? Con chi sono? Noi istruttori possiamo dare delle regole “di spogliatoio”, possiamo insegnare quello che è nelle nostre mani, possiamo cercare di dare loro dei valori. Ma non possiamo fare dei miracoli! Il risultato del loro comportamento non è dato da quelle poche ore che passano con noi, ma da come viene vissuta la loro quotidianità!

Quante volte è capitato di sentirmi dire “mio figlio non viene a calcio perché è in punizione“. Ma lo state punendo su una cosa sana, un’attività salubre, uno dei pochi momenti in cui il ragazzo è messo al centro di un progetto rivolto esclusivamente a lui.
In punizione dal calcio, ma a casa a giocare alla Playstation. Siete sicuri che questo vada bene? Forse, sarà che la Playstation vada bene solamente perché riesce a fare da ‘baby sitter’ e a distoglierlo quindi dal vostro impegno genitoriale per qualche ora, avendolo in casa ma senza bisogno di curarlo?
Siamo la società delle contraddizioni.

Allora, quella che prima era un’affermazione, diventa una domanda retorica: veramente ci chiediamo perché l’Italia non si sia qualificata ai mondiali?

[Repost via Facebook // Mister Matteo Pavanello]

 

#accademiacalciocislago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *